Perché la vita è irresistibile

Quando ho deciso di vivere la mia vita seguendo i battiti del mio cuore e non quello degli altri mi è stato detto che sono una che va contro corrente, sognatrice, una che non ha capito come funziona il mondo. Una che si deve uniformare perché la vita è difficile, regala pochi istanti belli, è faticosa e sofferente. Non li ho dato ascolto. Non esiste l’alternativa alla vita. Il resto si chiama sopravvivere. Ed io la mia vita la prendo con tutto quello che c’è. E a dispetto di quello che dicono ci sono così tante cose meravigliose. Così ho deciso anche di aiutare le persone a provare a realizzare i desideri e a seguire la loro strada. Nonostante tutti quelli che li dicono che è quella sbagliata. Nonostante il fiume in piena che li investe mentre vanno contro corrente. Perché come diceva James Joyce: "La vita è come un’eco: se non ti piace quello che ti rimanda, devi cambiare il messaggio che invii."

Sono una counselor e coach internazionale, globetrotting speaker, scrittrice, giornalista, una gira mondo in ricerca dei nuovi approcci alla realtà, esperta in comunicazione, storyteller. Lavoro con le persone da tutto il mondo e con gli stranieri che cercano un loro posto in Italia. Perché so cosa vuol dire. Perché ci sono passata. Aiuto le persone a conoscersi meglio riconoscendo i propri sogni, ritrovando la motivazione e forza di realizzarli, recuperando le proprie risorse nei momenti di difficoltà, individuando i propri obiettivi e raggiungerli. Insieme riusciremo a non rimandare più, a non avere o almeno a limitare le convinzioni limitanti, di uscire dalle situazioni difficili grazie al proprio potenziale e di trovare l’ottimismo nel prendere le decisioni senza avere paura di cambiare. Non si possono scoprire nuovi oceani fino a quando non si ha il coraggio di perdere di vista la spiaggia.

“Vivere è la cosa più rara al mondo. La maggior parte della gente esiste”.

Oscar Wilde


31/08/2016

Take it easy

01/08/2016

Essere felici sempre

Lo so. Essere felici sempre semplicemente non è possibile. Anzi, ci irritano questi messaggi che quasi ci forzano ad essere “happy”, di non preoccuparsi, di essere […]